Il treno per Roma & Piccoli labirinti

Come da tradizione, il 15 di agosto, L’Uovo di Struzzo Contemporary Art Center di Trovasta di Pieve di Teco, presenta una selezione di opere d’arte contemporanea. Quest’anno sono stati chiamati a rivestire le sale del piccolo ma prezioso spazio espositivo dell’entroterra ligure, due Autori con un unico e forte legame: la loro continua e faticosa ricerca artistica. Gianni Caruso con i suoi famosi “Piccoli Labirinti” e Filippo Biagioli con “Il treno per Roma e il padre della psicologia”. Per questa occasione, l’anima storica dell’associazione culturale ligure-piemontese, Ketty Cacciabue si è avvalsa della collaborazione di Paola Bertolazzi della Casa d’Arte di Vercelli per portare a Trovasta il giovane toscano Biagioli di cui si è molto parlato in questi ultimi mesi per la sua inarrestabile ascesa. Saranno esposte 33 piccole tele 20x20, lavori inediti che rappresentano il diario di vita di Biagioli. Opere accattivanti, talvolta ironiche, altre volte pungenti, di quando in quando inquietanti. Alle pareti anche 2 opere “storiche” di grande formato. I Labirinti di Gianni Caruso occuperanno, invece, la seconda sala e, per i pochi che ancora non conoscono il poliedrico Artista, ormai ligure di adozione, si presenta un’occasione imperdibile per gustare alcune sue opere di grande sensibilità, realizzabili e realizzate solo da chi può avvalersi di una profonda esperienza culturale e da una solida memoria storica.