LUCCA ART FAIR

LUCCA | POLO FIERE E CONGRESSI | 6 – 9 MAGGIO 2016 6 maggio 17.30 – 21:00 7 e 8 maggio 11:00 – 20:00 9 maggio 11:00 – 15:30 www.luccaartfair.it Quattro giorni dedicati all’arte in una delle città più affascinanti d’Italia. Un evento che vuole riunire i tessuti connettivi di un territorio carico di esperienze artistiche, sia dal punto di vista della produzione, che del mercato dell’arte. Al via dal 6 al 9 maggio la prima edizione di LUCCA ART FAIR, la prima fiera d’arte di Lucca, ideata e diretta da Paolo Batoni, presidente dell’associazione culturale Blob ART, che vuole riconfigurare la Toscana come regione d’eccellenza capace di diventare nel tempo protagonista dello scenario artistico nazionale e internazionale. Ad essere in scena nei padiglioni del Polo Fiere e Congressi di Lucca tanta arte contemporanea ma anche la felice combinazione tra moderna e post-bellica, per una fiera che vuole mostrare l’inaspettato del mondo dell’arte e costruire, passo dopo passo, un momento di confronto con le realtà nazionali e internazionali. L’attenta selezione delle gallerie mira a inquadrare LUCCA ART FAIR come un progetto di qualità fin dal suo esordio, destinato a radicarsi nel medio-lungo termine in una regione che da sempre si è caratterizzata come laboratorio culturale italiano. Ad accompagnare il progetto espositivo, la zona T.A.Z. (acronimo di Temporary Art Zone), interamente dedicata alle gallerie d’arte contemporanea ad indirizzo più sperimentale e dai linguaggi più innovativi, che vede la collaborazione del curatore e Co-Direttore per le Arti Visive Dello ScompiglioAngel Moya Garcia in veste di advisor. Nelle giornate di sabato e domenica spazio ai talks: incontri con personalità di punta del panorama culturale italiano, addetti ai lavori e collezionisti, per offrire uno scambio di esperienze e conoscenza che attivi e sviluppi una rete indispensabile alla crescita del sistema artistico contemporaneo. Gallerie presenti a LUCCA ART FAIR: aArte Gallery Contemporary Art, Allegrini Arte Contemporanea, ArmandaGoriArte, Artea Gallery, Art is light, Associazione Diffusione Arte Polimnia, BFC Arte, Casa D’Arte San Lorenzo, Casa D’Arte Viadeimercati, Castel Negrino Arte, Catania ART Gallery, Centro Arte la Tesoreria, Claudio Poleschi, Compagnia dell’Arte, Davide Gallo Arte Contemporanea, Edizioni Acca, Engema Arte, Fantasio e Joe Arte, Galerie21, Galleria Accademia Arte Moderna e Contemporanea, Galleria Arteelite, Galleria Bottisio, Galleria Colonna Arte Moderna e Contemporanea, Galleria d’Arte la Telaccia by Malimpensa, Galleria d’arte Ottonovecento, Galleria Granelli, Galleria360, Galleria L'Incontro Arte Moderna e Contemporanea, Giò Lucca, Hipponion Arte Gallery, Il Mappamondo, Ismi Arte Contemporanea, Lattuada Studio, Maloni Arte Contemporanea, Morotti Arte Contemporanea, Prometeogallery, Soave Arte Moderna e Contemporanea, Tedofra ArtGallery, The Rooster Gallery, Vannucchi Arte, Vecchiato Arte. Temporary Art Zone (T.A.Z.): Doppelgaenger, Federico Rui Arte Contemporanea, Galerija Prototip, Galleria ZAK, Passaggi Arte Contemporanea, Rizzuto Gallery, Traffic. Talks in programma Sabato 7 maggio Dal locale al globale: il sistema dell’arte in Toscana, a cura di Adriana Polveroni, giornalista, saggista e direttore Exibart. Dialoghi tra i protagonisti dello scenario contemporaneo toscano. Domenica 8 maggio Arte per l’infanzia, l’infanzia nell’arte, a cura di Luca Baraldi, Eurising. Dialoghi sul ruolo dell’arte nell’infanzia, pratiche educative e didattiche attraverso l’arte per lo sviluppo sociale ed economico. Un artista, un critico, un collezionista, a cura di Parallelo 42, rivista e piattaforma per l’arte contemporanea. Dialoghi al confine tra arte, critica e collezionismo per nuove pratiche di contaminazione. Conoscere per conservare: una nuova rivista e l’editoria d’arte dopo il 2000, a cura di Giuseppe Maino, direttore di Cities of Memory, International Journal on Culture and Heritage at Risk, coordinato da Donatella Biagi Maino, Università di Bologna e Alessandro Tosi, Università di Pisa. Dialoghi sul ruolo dell’editoria d’arte oggi e presentazione del n. 1 della nuova rivista internazionale Cities of Memory