Luigi Veronesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Luigi Veronesi (Milano, 28 maggio 1908 – Milano, febbraio 1998) è stato un pittore, fotografo e regista italiano Nato a Milano, all'età di 17 anni, grazie alla camera oscura del padre, inizia ad analizzare e sondare le potenzialità creative del fotogramma. Negli anni venti inizia l'attività artistica, frequentando un corso di disegnatore tessile, e contemporaneamente svolge ricerche nell'ambito fotografico che gli consentono di ottenere, attraverso determinate tecniche, immagini dense di originalità. A 20 anni comincia ad interessarsi alla pittura. A Milano, nel 1932, la galleria Il Milione ospita le sue prime creazioni, di tipo figurativo: in seguito, inizia la sua personale ricerca nell'ambito dell'astrattismo. Successivamente si interessa anche alla musica, creando una polidimensionalità dell'arte intesa come un progetto globale, approfondendo la sua ricerca sui rapporti matematici delle note musicali, traducendoli nei rapporti tonali del colore. Crea così numerose trasposizioni cromatiche di partiture musicali. Divenne infine negli anni settanta docente di cromatologia per l’Accademia di Belle Arti di Brera. Partecipa attivamente alla maggior parte delle mostre di quegli anni, quale la mostra dell'astrattismo italiano alla XXXIII Biennale di Venezia. , Si è spento nella sua città natale nel 1998.

 

OPERE MULTIPLE

Composizione n. 18, 1941
Luigi Veronesi
  • Serigrafia
  • 350 €
Composizione, 1950
Luigi Veronesi
  • Serigrafia
  • 350 €
Da gnossienne n. 5, 1970
Luigi Veronesi
  • Serigrafia
  • 0 €
Composizione E, 1937
Luigi Veronesi
  • Serigrafia
  • 350 €
Costruzione Z2, 1975
Luigi Veronesi
  • Serigrafia
  • 350 €
Trio
Luigi Veronesi
  • Incisione
  • 450 €