Giovanni Omiccioli

Nato a Roma nel 1901, conosce Scipione nella bottega del padre. Dal 1934 inizia a dedicarsi alla pittura, stabilendo con Mafai un vero e proprio sodalizio di lavoro. Tra il 1941 e il 1945 dipinge la serie degli "Orti". Terminata la guerra, esegue con Mafai, Afro e Guttuso la prima testata dell'"Unità" e partecipa alla "Prima mostra dell'arte contro la barbarie". Al dopoguerra risale il ciclo delle "Periferie" dipinte presso Ponte Milvio tra il 1945 e il 1950. Nei primi anni '50 va in cerca di nuove fonti d'ispirazione viaggiando nella pianura Vercellese e poi in Svizzera, Paesi Bassi e Germania. Vince il Premio Marzotto per la pittura del 1953. Negli anni '60 inizia a dipingere nelle spiagge vicino Roma, soprattutto a Torvaianica e Fregene. Muore a Roma nel 1975.--- tratto dal sito www.galleriarusso.it

 

OPERE UNICHE

Il Pescara
Giovanni Omiccioli
  • Olio su tela
  • 0 €