Armando Donna

Dal sito www.vecchiantico.com 1913 Armando Donna nasce il 5 febbraio a Vercelli. 1925 Frequenta la Scuola Borgogna dove segue gli insegnamentidi Francesco Porzio scultore. 1931 Frequenta l'Istituto di Belle Arti di Vercelli sotto la guida dei pittori Vertice e Cerallo. 1933/43 Frequenta lo studio del pittore Enzo Gazzone di Vercelli e apprende i primi insegnamenti sull'acquaforte. Periodo di leva e richiamo sotto le armi durante la guerra. Matrimonio con Licia Antonietti da cui ebbe il figlio Franco. 1940 Studia violoncello col Maestro Figliolini. 1945 Il dopoguerra lo vede impegnato a incidere per le numerose argenterie di Vercelli. Comincia a incidere piccole lastre all'acquaforte. 1947 Inizia a insegnare all'Istituto di Belle Arti quale docente di Disegno e Tecniche incisorie. Nello stesso periodo dirige la scuola d'atte della Chatillon confermando la sua grande vocazione all'insegnamento. 1948 Passa dall'acquaforte al bulino - La prima mostra importante a Torino alla Società Promotrice delle Belle Arti. 1949 Marcello Boglione, incisore di chiara fama e insegnante all'Accademia Albertina, riconosciute le qualità del giovane incisore, lo invita a frequentare i suoi corsi triennali. 1951 Seguono mostre a Reggio Emilia, Torino, Roma, Sassari, Bruxelles. Carlo Alberto Petrucci, direttore della Calcografia Nazionale, gli allestisce una mostra e gli chiede in deposito alcuni dei suoi rami incisi, che in numero di 33 figurano accanto ai rami dei più importanti incisori italiani. 1951/94 Partecipa su invito alle Esposizioni delle Promotrici di Belle Arti di Torino, alle Biennali di Venezia, alle Biennali di Brera e della Permanente di Milano, alle Mostre Nazionali d'Arte di Alessandria, alle Biennali di Arte Grafica a Faenza, al Premio Internazionale di Biella, e altre. All'estero, poi, ad Atene, Lubiana, Brissago, Tokio, Città del Messico, Tripoli, Il Cairo, Baden Baden, Antibes. Sue opere figurano nelle collezioni di importanti musei in Europa e in America ed in importanti collezioni private. 1959 Comincia a produrre i primi fogli all'acquatinta. 1969 Inizia a incidere bulini a colori. Appezzatissime le sue litografie e le sue pitture (olio su tela) con soggetti in tema a quelli delle incisioni. 1994 Muore a Vercelli il 18 ottobre, dopo aver insegnato per oltre quarantanni all'Istituto di Belle Arti di Vercelli, dove tenne il suo studio. Importanti mostre in Italia e all'estero con gran consenso di pubblico e di critica, una per tutte nel 2002 a Cavatore (AL) Casa Felicita " LUNA DI PIETRA Viaggio nel mondo fantastico di Armando Donna" a cura di A. Benzi dove oltre alle sue incisioni sono state presentate per la prima volta al pubblico le sue litografie. Hanno scritto di lui i critici: Paolo Bellini, Marziano Bernardi, Luigi Carluccio, Raffaele De Grada, Alberto Dragone, Carlo Ragghiami, M.Rosci, Ugo Ronfani, Luigi Servolini e altri.

 

OPERE MULTIPLE

Spicchio di luna
Armando Donna
  • Incisione
  • 150 €
Balcone
Armando Donna
  • Incisione
  • 150 €
Case
Armando Donna
  • Incisione
  • 150 €
Paesaggio
Armando Donna
  • Incisione
  • 150 €
Periferia
Armando Donna
  • Incisione
  • 150 €
Vaso di fiori
Armando Donna
  • Incisione
  • 150 €